S. Lucia di Piave (TV), 12 Febbraio 2011

 

Mille anni ancora

La band "Mille anni ancora"

Un tributo a De André coinvolgente quello proposto dalla band Mille anni ancora il 12 Febbraio a S. Lucia di Piave (TV). Nello scenario rustico del Padiglione Fieristico Ex Filanda è stato rivissuto il memorabile concerto del teatro Brancaccio, tenutosi a Roma nel 1998, in una delle ultime apparizioni pubbliche di Faber.

Apprezzabile è stata la scelta di riproporre, con minime variazioni, la stessa scaletta proposta tredici anni prima; ad alcuni brani tratti da Crêuza de mä, ne sono seguiti, oltre all’intero album Anime Salve, alcuni da La Buona Novella e, in chiusura, altri tra i più noti e apprezzati successi del tanto rimpianto cantautore genovese. Proprio in quest’ultima parte il pubblico pagante ha accompagnato l’esecuzione delle canzoni con maggior entusiasmo, dimostrando il proprio affetto a colui che ha saputo trasferire la poesia in musica nel corso della sua lunga carriera.

Onorevole è stato l’aver mantenuto pressoché inalterati gli arrangiamenti originali delle canzoni e aver riproposto in maniera fedele l’esecuzione corale, seppur la pessima acustica non abbia consentito di far godere appieno lo spettacolo. Una nota di merito va fatta al cantante, Alessandro Adami, che ha ricordato in tutto e per tutto, anche nella somiglianza vocale, Faber.

Tra i dieci musicisti che hanno intrattenuto la platea, spuntano i nomi di tre storici collaboratori di De André: Ellade Bandini alla batteria, Giorgio Cordini con chitarra, mandolino e bouzouki e Mario Arcari ai fiati. Nella pausa del concerto, i tre hanno voluto omaggiare la loro “guida” con aneddoti e ricordi che riguardavano la loro personale esperienza di stretta collaborazione con De André.

Unica pecca della serata è sicuramente risultata l’affluenza del pubblico, in quanto solo poco più della metà dei cinquecento posti previsti in platea è stata occupata. L’età media dei partecipanti, un po’ troppo elevata, fa tristemente pensare a come molti giovani d’oggi non riescano ad apprezzare la musica di chi ha segnato, con le proprie parole, un’epoca.

 

immagine tratta da http://cremona.mondodelgusto.it

Annunci