Le rose del desrtoGenere: commedia, storico

Regia: Mario Monicelli

Anno: 2006

Durata: 102 min.

Attori: Michele Placido (Padre Simeone), Alessandro Haber (Maggiore Strucchi), Giorgio Pasotti (Tenente Salvi)

 

1940. Seconda Guerra Mondiale.

In un’oasi deserta del Sorman (Libia) una sezione sanitaria dell’Esercito Italiano riceve l’ordine di accamparsi e allestire il pronto soccorso. Il gruppo è composto da ragazzi provenienti da tutta Italia, ognuno con il proprio dialetto, comandati dall’emiliano “Carissimo” Maggiore Strucchi, che occupa buona parte del suo tempo nello scrivere lettere d’amore alla moglie. Amante della fotografia, il Tenente Salvi si è arruolato “per fare il turista più che per combattere”, infatti ogni momento libero è buono per aggirarsi nelle stradine di Sorman con la scusa di scattare qualche foto a cose o persone. A mettergli un freno è Padre Simeone (italiano trasferitosi da giovane in Libia, ora “direttore” di un orfanotrofio) il quale spiega al tenente che, per la cultura araba, farsi fotografare significa farsi rubare l’anima. Saranno proprio i consigli del frate sul come rapportarsi con la popolazione residente, che lo porteranno a seguire i soldati nel viaggio libico.

In questo film, l’operazione bellica non viene vista con la tragicità che è scontato associarle, al contrario il comportamento dei soldati, le loro parole, vengono trattate con leggerezza e comicità. Tutti sono convinti di tornare a casa a breve, e nell’attesa di questo rientro passano il loro tempo a ridere e scherzare, anche perché il loro accampamento non è ancora stato toccato dalla vera guerra. C’è da notare che per quanto il film sia pieno di battute e scherzi, è proprio con l’aiuto di questi che lo spettatore si interroga su quello che comporta andare a combattere. Un esempio lo si può avere nella scena in cui il comandante reclama un cimitero per la sua sezione con ottime motivazioni quali “rispetto per dei gloriosi commilitoni che hanno dato la vita per la patria”, non accorgendosi però che si sta riferendo ai cadaveri di due traditori…

Annunci